Leggere la società per conoscere il mondo

304313_359315097482270_2075100581_n
 

La lettura, ora più che mai, è uno degli strumenti migliori che abbiamo per decodificare un mondo che appare sempre più complicato e interconnesso e che, per essere compreso adeguatamente, richiede fonti verificate e attendibili.

Leggere saggi su temi sociali (per esempio immigrazione, povertà, dipendenze, mafie, prostituzione…) ci fornisce i mezzi per capire meglio la complessità del presente, ampliare i nostri orizzonti di pensiero e conoscere nuovi punti di vista, che possono arricchire il nostro.

Tanto più questo scambio di informazioni è proficuo per chi lavora nell’ambito del sociale, come educatori, assistenti sociali, operatori o chiunque operi nei contesti in cui il prendersi cura e le relazioni interpersonali sono fondamentali.

Sappiamo bene quanto è grande il rischio di consumare tutte le proprie energie nel rapporto con l’utenza, finendo così per disamorarsi del proprio lavoro. La lettura di testi sulla professione è un momento importante di pausa dalla routine del fare, durante la quale si è invitati piuttosto a riflettere; un buon modo per trovare idee nuove e arricchire il proprio bagaglio di competenze, leggendo esperienze positive e buone pratiche.

La biblioteca del Gruppo Abele, con più di 20.000 libri e riviste a disposizione dell’utenza, è un punto di riferimento per tutti quelli che vogliono informarsi sui temi sociali: operatori del settore, studenti e chiunque sia curioso e abbia voglia di capire meglio il mondo in cui vive. Disponiamo anche di una sezione dedicata alle mafie con ampia documentazione sul tema.

Sul nostro sito è possibile consultare il catalogo e progettare il proprio percorso di lettura, grazie anche alle bibliografie tematiche.

La biblioteca è aperta al pubblico il martedì e il giovedì dalle 9:00 alle 18:00, il mercoledì e il sabato dalle 9:00 alle 12:30.

Vi aspettiamo!

Bruna Berutto, gli operatori e i volontari della Biblioteca