“Immaginare la realtà. Conversazioni sul cinema” incontro con Marco Tullio Giordana, Andrea Bigalli e don Luigi Ciotti @Binaria

giordana fb

Mercoledì 22 settembre alle ore 18.30 presso Binaria – Centro commensale in via Sestriere 34 – Torino, Marco Tullio Giordana e Andrea Bigalli presentano: “Immaginare la realtà, conversazioni sul cinema“. Con loro partecipa Luigi Ciotti, presidente del Gruppo Abele Onlus. Modera: Livio Pepino.

Organizza l’incontro la Biblioteca del Gruppo Abele, in collaborazione con la casa editrice Edizioni Gruppo Abele e Binaria.

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria
Per prenotare scrivere a biblioteca@gruppoabele.org oppure binaria@gruppoabele.org

In caso di condizioni meteo avverse, l’evento sarà spostato all’interno. Per accedere sarà quindi necessario mostrare il green pass.

L’incontro fa parte degli eventi della Rassegna Per una biblioteca diffusa a Pozzo Strada e nella Circoscrizione 3, promossa dalle Biblioteche Civiche Torinesi, con la collaborazione della Casa di Quartiere Cascina Roccafranca, della Fondazione Merz, e che vede la collaborazione di varie realtà della Circoscrizione 3, tra cui la nostra Biblioteca.

-> Scopri tutto il programma della rassegna

-> Comunicato stampa di Edizioni Gruppo Abele in occasione dell’uscita del volume

Sempre all’interno della rassegna segnaliamo anche l’evento organizzato da Binaria: “Passeggiata delle fabbriche”.


Gli autori

Marco Tullio Giordana, regista e scrittore, attraverso i suoi film ha raccontato importanti pagine di cronaca dell’Italia contemporanea. Tra le sue opere più acclamate: Maledetti vi amerò (1980), Pasolini, un delitto italiano (1995), I cento passi (2000), La meglio gioventù (2003), Romanzo di una strage (2012).

Andrea Bigalli, prete e parroco fiorentino, è docente all’Istituto Superiore di Scienze Religiose della Toscana e socio dell’Associazione Teologica Italiana. Giornalista pubblicista, è critico cinematografico iscritto al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani. È referente regionale di Libera.